giovedì 1 agosto 2013

Olio Dante irresistibile

Sempre protagonista Olio Dante Condisano Extravergine d'oliva
 Oggi voglio deliziarvi con una stupenda ricetta Sarda:
Is Piricchittusu
Ecco la ricetta:


"INGREDIENTI"
Gr.500 di farina
 Un pizzico di sale
 Una bustina di lievito chimico (classico bertolini)
 1 bustina di vanillina


N° 6 uova




 Per la COPERTURA di zucchero
 La buccia grattugiata di un limone
Gr.400 di zucchero


1 bicchiere d'acqua


Fare la classica fontana sulla spianatoia con la farina setacciata, il lievito, il sale, 

 aggiungere le uova e l’olio e impastare fino ad ottenere un impasto morbido e liscio.
e l’olio e impastare
 fino ad ottenere un impasto morbido e liscio.

Ricavare da questo impasto dei pezzi ,dopo che li avete passati fra le mani devono risultare delle palline grosse come una polpetta.

Disporre le palline su una teglia ben distanti (usare carta forno)
Mettere le palline a cuocere in forno caldo a 250° per 10 / 15 minuti.


Se le palline si attaccano le une alle altre in cottura, aprire il forno e muovere leggermente la teglia, si staccheranno con facilità.
Saranno cotti quando avranno raggiunto un colore dorato.

LA COPERTURA
In una pentola o casseruola abbastanza capiente, (perché dopo dovrà contenere i piricchittus) , mettere lo zucchero
 e coprire con un bicchiere di acqua, mettere su un fornello, non grande , (la fiamma non deve andare a lambire le pareti della pentola, altrimenti sui bordi lo zucchero caramellizza, fate attenzione perché non deve diventare scuro altrimenti va gettato via).

Lo zucchero avrà raggiunto la giusta densità, il giusto grado di cottura quando sembrerà uno sciroppo denso e trasparente, incolore. ora aggiungere la buccia del limone grattugiata e mescolare bene.

Trasferire i piricchittus all’interno della pentola con lo zucchero e mescolare energicamente con un mestolo di legno affinché tutte le palline vengano a contatto con lo sciroppo di zucchero.

Così lo sciroppo aderirà ai biscotti, e lo sciroppo inizierà a rapprendersi intorno ai biscotti stessi, diventando una copertura bianca e ruvida,

 togliere subito dal fuoco, (altrimenti lo zucchero
inizierebbe a fondersi e a caramellare) versare il tutto su un piano, oppure su un grande vassoio o sul tavolo e separare delicatamente (attenzione che scottano) i biscotti gli uni dagli altri.

Conservare al riparo da umidità. Se protetti a dovere, resistono a lungo nella dispensa.



A presto con invitanti e gustose ricette ed in compagnia di olio Olio Dante

18 commenti:

  1. buoni questi dolcetti e anche semplici da fare... proverò a farli...

    RispondiElimina
  2. Che bei dolcetti e devono essere buoni, l'olio Dante e' veramente buono per tutte le ricette dolci e salate.

    RispondiElimina
  3. Grazie per la ricetta sempre utili e deliziosi da provare!

    RispondiElimina
  4. Ottima collaborazione e ricetta deliziosa. Bravissima come sempre. Ciao.

    RispondiElimina
  5. Complimenti,me li sono mangiata con gli occhi,questo dolce è una prelibatezza e tu hai fatto un ottimo lavoro...hai usato un olio genuino e sono certa che con DANTE i piricchittus sono ancora più deliziosi!

    RispondiElimina
  6. Mangio spesso questi dolci, io sono di origini sarde perciò me li faccio spedire sempre dai miei parenti, solo che hanno una forma diversa, l'olio che hai usato rende la ricetta unica, visto che il suo sapore è caratteristico !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questi dolci per ogni località hanno la sua forma, le forme sono personalizzate come la glassa c'è chi la colora e chi la fa più densa

      Elimina
  7. Adoro i pirichitus ,buonissimi ,quanti ricordi !!!

    RispondiElimina
  8. Mmm... che bontà questi dolci! Complimenti per questa ricetta, molto sfiziosa, fantasiosa e penso anche adatta all'estate e poi penso che utilizzando questo olio siano venuti ancora più buoni. Complimenti per come hai spiegato la realizzazione di questa ricetta che hai semplificato utilizzando delle fotografie che ritraggono tutti i passaggi di questo dolce goloso che assaggerei volentieri, ancora complimenti.

    RispondiElimina
  9. Uso anche io spesso l'olio Dante, ottima idea per una ricetta molto golosa

    RispondiElimina
  10. mi è molto invitante questa ricettina...

    RispondiElimina
  11. ma questi dolcetti sono davvero molto invitanti!

    RispondiElimina
  12. Non li conoscevo, ma sembrano deliziosi bignè! Vorrei proprio assaggiarli ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lifest non sono bignè, sono dei dolcetti sardi, hai presente il pane come è fatto dentro, la pasta è così, ma leggermente più dura e insaporita

      Elimina
  13. sono buonissimi complimenti li ho assaggiati una volta ed ora non riesco piu' a trovarli mi hai fatto venire voglia di queste delizie

    RispondiElimina
  14. Davvero una bontà! e sei stata brava a spiegare bene tutti gli step per la preparazione!

    RispondiElimina

Ringrazio tutti per aver letto e commentato , ma sopratutto sono contenta per avervi fatto conoscere questo brand.